S.M. Korvette Fasana

La Marina da guerra Austroungarica investiva in viaggi di ricerca e studio con i suoi velieri. Oltre a un’esigua quantità di navi che viaggiando raccoglievano varie esperienze e diffondevano le novità sulla monarchia reale e imperiale, uno stupendo veliero con macchina a vapore fece conoscere al mondo anche il nome di Fasana: si trattava di una nave in legno a tre alberi, per l’appunto denominata „Fasana“. Costruita e varata nel cantiere navale di Trieste, con i suoi 70 metri di lunghezza e un dislocamento di 2500 t, poteva ospitare 256 membri dell’equipaggio e 18 ufficiali. Il primo giorno di settembre 1891 uscì dal porto di Pola, e passando per Algeri e lo stretto di Gibilterra, attraversò l’Oceano Atlantico per attraccare, verso la metà di novembre, a Rio de Janeiro. Dopo Montevideo, Punta Arenas e Valparaiso, il 23 aprile 1892 giunse a San Francisco. Mentre era in viaggio dall’America verso le Hawaii, il capitano Schweisgut morì e fu seppellito a Honoluluu. Il viaggio della nave proseguì col nuovo capitano Julius Ripper alla volta del Giappone dove affrontò le avversità dovute a un tifone. Proseguì per Hongkong, Singapore e lo Sri Lanka, per entrare nel gennaio 1893 nel golfo di Aden e dopo 17 mesi, il 14 febbraio 1893 ritornò a Pola. Dal luglio del 1871 al marzo del 1895 attraversò per sei volte diversi mari mondiali e oceani, dopo di che rimase in servizio attivo per altri due anni. Dal 1897 fu adibita a nave scolastica per la formazione di sabotatori specializzati. Dal 1902 cambiò nome in „Gamma“ e fu usata come nave scolastica per i minatori e la formazione dei telegrafisti.