Patrimonio culturale e naturale

Guardando il mare, le Brioni, e verso l’entroterra alla macchia mediterranea e una lingua di sabbia che penetra nel mare, Fasana vi invita a scoprire il suo ricco patrimonio culturale e i benefici dei gustosi doni che la natura offre in ogni stagione dell’anno.
La storia e la cultura di Fasana e Valbandon rivelano gli antichi collegamenti mediterranei, lo scambio di esperienze e beni: da centro economico della civiltà romana, centro medievale rurale e urbano di Venezia, quando si costruiscono gli edifici profani più rappresentativi e si rinnova e amplia un considerevole numero di edifici sacri, agli inizi del turismo ai tempi dell’Austria-Ungheria fino al 2001 quando con una delibera del Parlamento della Repubblica di Croazia il Comune di Fasana diventa un’unità d’autogoverno locale a se stante.
Nella visita a Valbandon con una passeggiata «oltre il ponte», scopriamo una vera e propria oasi dall’atmosfera litoranea, uno spazio straordinario dove le acque sorgive si uniscono al mare, lontano dalla fretta e dal trambusto. Qui tutto sembra nato per rilassarsi assieme ai profumi e ai fremiti della natura.
Perciò non esitate – concedetevi un tramonto sulla diga, abbandonatevi ai suoni del pianoforte e del violino fra gli oliveti lungo la chiesetta di S. Eliseo, venite a conoscere i nostri graditi ospiti stagionali – l’airone bianco e quello cenerino…