Escursionismo

Camminare è il miglior modo per scoprire e conoscere un luogo, i luoghi d’interesse del centro storico, i paesaggi e i magici tramonti. Staccate la spina dalla quotidianità e ritagliatevi lo spazio per godervi questi momenti meravigliosi.

Esplorare Fasana e Valbandon a piedi
Prendendo il percorso pedonale da Fasana lungo la strada per Pola si può fare la prima sosta sul ponte pedonale a Valbandon dove potrete ammirare una piccola e tranquilla oasi verde e incontrare alcuni dei nostri abitanti speciali – l’airone bianco e grigio e le anatre selvatiche. Quest’oasi si trova sul punto dove l’acqua della sorgente incontra il mare, uno dei luoghi appositamente selezionati sul Sentiero delle buone vibrazioni. Continuate ad esplorare Valbandon e scoprirete le repliche dei mosaici romani che adornavano la lussuosa villa romana del periodo tardoantico. Una passeggiata piacevole lungo il mare, sotto le fronde dei pini, con la vista che spazia sulle isole Brioni, e tornerete a Fasana. Nel cuore del paese troverete la chiesa parrocchiale dei Santi Cosma e Damiano, costruita all’altitudine più bassa dell’Istria, solamente un metro. Un posto speciale nella tradizione fasanese ha la sardella. Le sono state dedicate molte ricette dei nostri ristoranti e trattorie sulla Strada delle sardelle, e anche una particolare galleria all’aperto: il Parco delle sardelle. Proseguendo sulla riva fasanese vero la Pineta si arriva alla pista pedonale dedicata al più famoso compositore istriano, Antonio Smareglia, lungo la quale incontrerete panchine d’autore del tutto speciali, e dove, proprio come il famoso maestro, potete concedervi una pausa ascoltando il suono del mare e ammirando il tramonto. Passeggiando sulla diga raggiungerete la lanterna rossa la quale affacciandosi sul centro storico, risulta essere il soggetto più fotogenico di Fasana.
Se volete immergervi nella tranquillità, avviatevi alla Chiesa di San Eliseo. Una piacevole passeggiata attraverso gli uliveti vi porterà alla stanzia Buršić a Dignano per una pausa con prosciutto istriano fatto in casa, o agli uliveti della famiglia Balija a Fasana per una degustazione di olio d’oliva di qualità superiore o a Valbandon nella cantina della famiglia Marčeta dove vi attende una bicchiere di buon vino – tutto dipende dalla strade che si sceglie.