Registrazione del soggiorno e il pagamento della tassa di soggiorno

Secondo la legge sul soggiorno degli stranieri, ogni ospite, dopo essere entrato nella Repubblica di Croazia e obbligato a notificare la propria presenza. Nell’ arco di 24 ore lo straniero deve essere notificato da parte della persona fisica o giuridica che gli offre il servizio di accoglienza tramite il sistema eVisitor.

I dati personali ((nome e cognome, specie e numero del documento di identificazione, sesso, nazione e luogo di residenza, nazione di nascita, nazionalità e data di nascita) sono richiesti unicamente allo scopo di notifica dei soggiorni, di controllo del pagamento della tassa di soggiorno e dell’ elaborazione statistica e sono destinati esclusivamente agli Enti per il turismo, Ministeri e Istituzioni Amministrative in relazione ai campi di azione di ciascun soggetto ( Ministero del Turismo, Ispettorato turistico, Ministero dell’ Interno, Ministero delle Finanze e Direzione delle Dogane, Istituto Nazionale di Statistica).

Ogni pubblicazione, riproduzione, elaborazione, proiezione, distribuzione, trasmissione, registrazione, o qualsiasi altro uso non autorizzato dei Suoi dati è severamente vietato.
I dati di cui sopra vengono inseriti nel sistema eVisitor in base alla Legge sui cittadini esteri G.U 130/11, alla Legge sulla tassa di soggiorno G.U.158/08, 59/09 e 30/14 e del Regolamento sulla modalità di gestione dei registri dei turisti e sulla forma e contenuto dei moduli di notifica agli Enti per il turismo G.U. 126/15 e non neccessitano del consenso degli ospiti.

Secondo la legge sull’attivita turistica e vietato campeggiare al di fuori degli spazi per il campeggio.

Tutti gli ospiti provenienti dalla Croazia, come pure i cittadini stranieri che soggiornano al di fuori del loro comune di residenza in uno degli impianti turistici (albergo, motel, pensione, appartamento turistico, camere in affitto, luoghi di cura, case alpine, case di riposo, oppure usufruiscono dell’ormeggio nelle marine) sono obbligati a pagare la tassa di soggiorno.
La tassa di soggiorno devono pagare anche:
• il padrone della casa per abitazione o riposo nei villaggi turistici, come pure tutte le altre persone che risiedono nella casa
• il padrone dell’imbarcazione e tutte le persone che risiedono nell’imbarcazione ormeggiata nella marina.
La tassa di soggiorno viene pagata a persona per ogni giorno del soggiorno.
Non pagano la tassa di soggiorno:
• i bambini fino a 12 anni di età
• le persone con 70% e più di invalidità e un accompagnatore
• i partecipanti delle gite scolastiche (gite di gruppo) approvate dall ‘Ente scolastico
• i lavoratori stagionali
• i parenti stretti delle persone che hanno domicilio nel comune o nella città turistica
• i passeggeri delle navi da crociera internazionali che sono in transito e attraccati nel porto
• i proprietari delle case di vacanza e i membri della loro famiglia (soltanto in caso si tratti di vecchie case di famiglia avute in eredità dalle persone che hanno avuto l’ultima residenza nella città oppure nel comune turistico) dove ora pernottano
• le persone che usufruiscono del soggiorno organizzato da enti di previdenza sociale
• studenti e scolari che non hanno la residenza nella città dove studiano.

• Le persone dai 12 fino ai 18 anni pagano il 50% della tassa di soggiorno
• le persone fino ai 29 anni che sono membri di associazioni giovanili internazionali e che pernottano nelle strutture giovanili che fanno parte della rete internazionale degli ostelli IYHF.